[ Unomagazine ]
[ Area Banner ]
[ Barra Menù ]
 
Cibo Vino & dintorni
 

Le BOLLICINE italiane non conoscono crisi

All’estero brindisi al 2009 con bollicine italiane. Per la prima volta, l’export supera il consumo nazionale che conferma un consumo di circa 153 milioni di bottiglie, di cui sicuramente 110 milioni targate Prosecco Spumante.

[ Prosecco ]  
 

All’estero brindisi al 2009 all’insegna delle bollicine italiane: dalle prime previsioni del Forum Spumanti&Bollicine (fonte: uffici doganali, importatori, esportatori, imprese, ufficio imposte) l’export cresce in valore (+17%) e quantità (+9%) a 1,5 mld di euro il fatturato e 161 milioni di bottiglie.Fra le migliori performance in termini di valore e consumi si confermano la Gran Bretagna con un + 14%, gli Usa con un + 12% e la Germania con un + 7%, bene Giappone, Canada, Svizzera, Austria e Svezia, tutti compresi fra +2 e + 3 %.

CONFERMA PER I CONSUMI NAZIONALI
Per il mercato nazionale una sostanziale conferma: circa 153 milioni di bottiglie, di cui sicuramente 110 milioni targate Prosecco Spumante. In crescita anche le bottiglie di spumanti regalate a Natale (+7%) con Franciacorta e Trento leaders nei ristoranti, in enoteca e per i regali. L’Asti si conferma il re incontrastato con i dolci della tradizione e nei cenoni fuori casa. La mescita a calici è incrementata del 25% in horeca. Il 72% del consumo nazionale è concentrato dal 10 dicembre al 6 gennaio (era l’84% nel 1980). Il prezzo risulta essere al primo posto nelle scelte al ristorante, sia per bollicine che per vini fermi; cala al secondo posto negli acquisti per i regali in enoteca e in gastronomie, dove la confezione e la marca risultano al vertice della scelta; mentre il prezzo è all’ultimo posto nella graduatoria della mescita al calice.

EXPORT SUPERA MERCATO ITALIANO
Per la prima volta, l’export supera il consumo nazionale. Il mercato interno europeo a 27 paesi assorbe il 74% del totale esportato. L’Italia è il 3° produttore al mondo e nel 2008 sfiorerà i 315-320 milioni di bottiglie consumate. Boom di vendite all’estero perchè è un bere moderno, giovane, misurato, meno alcolico. Le etichette “parlanti” favoriscono i consumi, infatti la mission del Forum è quella di spiegare e stimolare un consumo consapevole: deabbinare e destagionalizzare. E’ infatti necessario fare cultura direttamente al consumo e quindi trasmettere il messaggio, in ogni occasione, che le bollicine sono vini normali.

“Segno – dice Giampietro Comolli , patron del Forum Spumanti&Bollicine - che il mercato mondiale riconosce agli spumanti italiani un valore più alto del passato, si acquisiscono mercati nuovi per innamoramento dei consumatori, si diventa competitor di prodotti anche più blasonati perché oggi il mercato mondiale sta comprimendo i prezzi verso il basso e il marchio "Italia", tira.”

CHAMPAGNE 2 MILIONI DI BOTTIGLIE FERME
Molte riviste francesi annunciano che lo Champagne sta affrontando un momento di grande rivoluzione: un mercato mondiale che guarda ai prodotti competitivi per prezzo-qualità-nome e una resa dei vigneti in forte crescita con costi di produzione vicini a € 6 al chilo d’uva ( ci vogliono 3 chili per fare una bottiglia di Champagne), quindi costi di partenza vicini a € 20 la bottiglia. Si parla di 2 miliardi di bottiglie ferme nelle Maison in Champagne valutate a prezzi oggi non realizzabili sul mercato.
Sul mercato francese è previsto un calo dei consumi del 6% sul dato record del 2007 di 190 milioni di bottiglie ( 266 milioni le bottiglie totali). I grandi marchi e le etichette leader sono fuori dalla guerra dei grandi sconti, ma il pericolo di una spirale verso il basso può essere alle porte. Il Consorzio della Champagne stima una vendita nei mercati esteri a - 5% nel 2008 (149 milioni bottiglie esportate nel 2007). “Credo – conclude Comolli – sia molto utile riflettere su comportamenti e sullo status del mercato mondiale prima di adottare soluzioni nazionali, bisogna ragionare sui segnali che provengono da chi è più avanti di noi ”.

2 febbraio 2009

 
[ DispensaDei Sapori ]  

"La Dispensa dei Sapori"
fiera dei sapori dal 5 all'8 dicembre

Torna dal 5 all'8 dicembre a Sant'Ambrogio di Valpolicella l'appuntamento enogastronomico invernale più atteso di Verona e Provincia con la tradizione enogastronomica veronese e le tipicità italiane di pregiata qualità.

Promuovere, valorizzare e far conoscere. Degustare, acquistare o regalare. Cosa?
I protagonisti dell'appuntamento enogastronomico invernale più atteso di Verona e Provincia: i fiori all'occhiello...

 
[ Sgambaro km zero ]  

Dal chicco alla pasta
a chilometri ZERO

Al pastificio Jolly Sgambaro di Castello di Godego in provincia di Treviso un quarto del grano duro utilizzato proviene dalle colture venete.

“La materia prima è il fondamento della qualità del prodotto finale! Per rispettare la tradizione pastaia italiana non è sufficiente ricorrere ai tradizionali canali d’acquisto...

 

Nella sezione CIBO VINO & DINTORNI tutte le
notizie ed articoli precedentemente pubblicati

 
[ Brocca ]  

L'ACQUA? Imbrocchiamola e beviamo

Una campagna di sensibilizzazione ai cittadini per l'uso dell'acqua di rubinetto come acqua da bere per la riduzione del consumo di quella in bottiglia e del conseguente spreco energetico.

L’Italia detiene il record mondiale di consumo pro capite di acque minerali. Questo significa uno spreco enorme di risorse, montagne di bottiglie di plastica da smaltire e ingenti emissioni di CO2...

 
[ Presidentino dr.Sabbion ]  

"PRESIDENTINO" laboratorio del cibo
per chi ama degustare

Nasce da un’idea di Massimo Sabbion questo locale innovativo, nel cuore di Padova, dove amore per la cucina, per la tradizione ma anche per la sperimentazione e la tecnologia si mettono al servizio dei palati più attenti.

Massimo Sabbion, titolare dell’Hotel President di Abano Terme, racconta del suo amore per il Giappone “mi ha impressionato l’approccio che hanno i giapponesi per il food” spiega....

 
[ Festa del prosciutto ]  

Piacere Montagnana!
12° Festa del prosciutto veneto D.O.P.

Dal 15 al 17 maggio il piacere della buona tavola torna a Montagnana con il tradizionale appuntamento dedicato al “prosciutto di qualità”, il Prosciutto Veneto Berico-Euganeo D.O.P.

Un prodotto caratteristico del territorio, lavorato con i metodi e le attenzioni della tradizione artigianale, conosciuto già nel 1400 e servito sulle tavole imbandite dei Dogi della Repubblica...

 
[ Vigneti in Valle d'Aosta ]  

Per VIGNE in Valle d'Aosta:
la “Route des Vins” e "Chemin des Vignobles"

Un’offerta turistica per scoprire i tesori enogastronomici della regione attraverso un itinerario fra le produzioni vitivinicole di 28 cantine di produttori privati e le 6 Caves Coopératives.

Le visite ai vigneti e le degustazioni avvengono su prenotazione chiamando direttamente le cantine che prevedono inoltre programmi differenziati. L’elenco completo dei produttori è disponibile...

 
[ Bruseghin ]  

Bruseghin all'Enoiteca La Frasca

Lo scorso 19 febbraio il corridore ciclista Marzio Bruseghin è stato all'Enoiteca La Frasca di Montegrotto Terme per presentare l'altra sua passione: i prosecchi Aimets, che in lingua basca significa sogno, prodotti nella sua cantina.

Una grande passione del corridore veneto è il vino. Da questo autunno Bruseghin produce il suo prosecco che si chiama Amets, che in basco significa sogno.("Ho corso alla Banesto e sono stato tra...

 
[ uovo pasqua ]  

La Pasqua nel PIATTO

ll termine Pasqua, in greco e in latino “pascha”, proviene dall'aramaico: pasha, che corrisponde all'ebraico pesah, il cui senso generico è “passare oltre”.

Il significato effettivo della parola non è del tutto certo: altri collegano la parola pascha al termine greco pàschein, che significa soffrire. Festeggiata in occasione del primo plenilunio...

 
[ Pesce Trattoria Arcella ]  

Venerdì PESCE! Il prossimo 30 aprile
gustosa proposta della TRATTORIA ARCELLA

Venerdi 30 Aprile 2010 alle ore 20.30 presso la TRATTORIA ARCELLA di Padova cena a base di pesce rigorosamente nostrano, cucinato secondo l'arte della cucina chioggiotta dal cuoco Paolo TIOZZO.

ANTIPASTO: Sardine in Saor, Alici Marinate, Paté di Dentice con crostini caldi, Cozze e Vongole in “cassopipa” - PRIMO: Tagliolini alle Capesante e Pomodorini - SECONDO: Frittura mista...

 
[ Pasta ]  

La pasta "made in Veneto"
piace ai giapponesi

Le bavette prodotte in Veneto dalla Jolly Sgambaro si sono piazzate al terzo posto nella classifica del gusto dei consumatori giapponesi.

Dunque la pasta Sgambaro è “ad alto gradimento” nipponico tanto che il popolo con gli occhi a mandorla la premia subito dopo due marche nazionali rinomate e famose.
Un riconoscimento...

 
[ Carciofo ]  

Il CARCIOFO e la sua storia: un fiore nell’orto.

Che ne dite di conoscere un ortaggio austero e dolce nello stesso tempo? Spinoso e morbidissimo, che profuma di “finalmente la bella stagione?”

Il nome carciofo, “al kharshuf”, è di origine araba si tratta infatti di un prodotto mediterraneo ed ha origine antichissime: nella mitologia greca è l’incarnazione di...

 
[ Pane e salame ]  

Prima festa del Pane e Salame
evento gustoso e dal sapore antico

Il 16 e 17 ottobre a Villa Amistani Guarda di Pederiva di Montebelluna (TV) l' conclusivo del V° del Campionato Italiano del Salame a convegno i migliori produttori d'Italia di salumi e di pane.

Una maratona del gusto alla ricerca del miglior abbinamento pane-salame: il pane di Altopascio meglio si accompagna con l'insaccato salato, mentre una michetta lombarda si sposa con un salame di Varzi...

 
[ Zaeti ]  

Za’eti del SENZA

Il dolce per eccellenza della tradizione veneziana entra nella Cucina del Senza® nuovo modo di pensare la cucina con particolare attenzione alla salute senza rinunciare al sapore.

“Gli Za’eti Senza – spiega Marcello Coronini – sono il primo prodotto interamente realizzato secondo le regole de La Cucina del Senza®. E' il primo di una serie di prodotti,...